Condividi

Articoli

Articoli, informazioni, eventi interessanti dal mondo...

L’ex Premier sloveno – vegano!

Questa é la via verso l’armonia con la Natura - dice il Presidente - che mi ha trasformato da un tecnocratico liberale in un partigiano del Nuovo Secolo.

I suoi doveri, il Presidente li adempie a Lubiana, dopodiché torna nel bosco. Ex vegetariano, nell’ultimo tempo è diventato vegano (non mangia né carne, né latticini, né uova). Coltiva da solo la verdura, la frutta, e raccoglie con le sue stesse mani le erbe sul suo piccolo appezzamento di terra che si aggira attorno a un ettaro.

Il pane se lo fa da solo con i chicchi di grano puramente ecologico. E’ bravo come sarto, riesce a cucirsi da solo un impermeabile dal manto del bosco. Si sente alla grande nel suo spazio nel bosco e nel suo giardino.

Per dieci anni, Drnovshek è stato il primo ministro della Slovenia. E’ stato lui a fare le riforme di successo che nel 2002, quando era ancora Presidente, portarono il suo piccolo Paese nella Comunità Europea.

Quando era ancora Presidente, Drnovshek cominciò a cambiare in meglio, quello che auguro a tutti i politici del mondo, poiché da loro dipende in modo decisivo la sorte della comunità umana.

Colpito dal cancro ai reni, gli è stato proposto di operarsi. Ma lui capì che i medici non curano l’Uomo, bensì ritardano le manifestazioni fisiche delle malattie interne, fatto per il quale decise di rifiutare i loro servigi. Si occupò personalmente della ricerca e della scoperta delle cause della malattia, e cercò nella medicina naturista che, come passo importante, elimina gli elementi che causano la malattia e gli effetti della stessa, senza provocarne però effetti collaterali. Inoltre, questo metodo naturale di cura ridà all’organismo, oltre la salute, anche l’energia vitale, ovviamente se non è troppo tardi. Drnovshek capì che non era malato di cancro, che era assolutamente sano e non che non aveva bisogno di alcun aiuto.

Di tanto in tanto, il Presidente pubblica in Internet le sue osservazioni, dove incoraggia i compatrioti di vivere in armonia con la Natura, e commenta gli eventi politici contemporanei. Ha rilasciato un intervista ad alcune testate giornalistiche che si occupano con la propaganda dell’alimentazione ecologica, sana. In questi giorni, l’ex leader liberale ha accordato un’attenzione particolare alle sovvenzioni della CE nell’ambito della crescita degli animali da sacrificio, ponendosi in contrapposizione con i punti di vista degli standard di valutazione nutritiva e con l’etica degli stessi. Il Presidente si è guadagnato la simpatia di tanti seguaci sloveni, specialmente tra i giovani assettati di conoscere, di esperienza e saggezza.

Riesce ad essere nello stesso tempo sia uomo politico, sia esempio. Attraverso il suo esempio, dimostra ai suoi concittadini come dovrebbero vivere in armonia con essi stessi e, di conseguenza, con il mondo circostante. E’ capace di divertirsi: suona lo spiffero, mentre si copre il capo con un cappello originale orientale, e veste un abito di color rosso mattone. Si sente felice in mezzo ai sloveni, mentre loro sono felici di avere un Presidente che ama la Natura e che si distingue da altri presidenti.

Siamo di fronte ad un esempio straordinario che dimostra che è possibile che ciascun Uomo è in grado di unire nel proprio essere la consapevolezza dell’essenza della vita terrestre con il lavoro di politico moderno. Che è possibile adempire ai doveri politici in parallelo con l’amore per la gente, per la pace, e con la saggezza di vita e politica.

Che questi politici appaiono dappertutto nel mondo, specie in Polonia!

Articolo ripreso dal giornale polacco "Djennik" del 17 novembre 2006

 

 

 

 

© 2010 - 2014 www.editrice-dianusa.com. Tutti i diritti riservati.